camp apuane

Grande hotel sotto le stelle

L’escursionista moderno vuole camminare più in alto e più lontano, con lo zaino sempre più leggero.  Le tende diventano più comode, pratiche e a prova d’intemperie. Anche se non si può sempre avere tutto ed è sensato scegliere attentamente il materassino.

Dicono che il futuro ci vedrà iper-specializzati. Non sappiamo se ciò sarà vero in generale, ma di sicuro per quanto riguarda il mondo della montagna sembra una previsione azzeccata. Osservando i materiali da campeggio, si nota come la tendenza si quella di distinguere tra i molti modi in cui si può andare per monti, e fra questi c’è anche la tendenza a farlo in maniera più evoluta – ossia più veloce e tecnica – e con una maggiore predisposizione alla natura e rispetto di essa. I trekking di più giorni non hanno più nulla a che vedere con i tranquilli tragitti da turista eno-gastronomici. Ormai si ricerca giustamente la maggiore soddisfazione possibile, e questa deriva da poter camminare per giorni in piena autosufficienza, possibilmente senza rinunciare al piacere di muoversi, ossia senza essere oppressi da uno zaino pesante decine di kg ed ingombrante quanto un vitello.

I produttori di tende, sacchi a pelo, materassini e altre attrezzature hanno reso questo possibile, offrendo ormai a prezzi accessibili materiali incredibilmente performanti e leggeri. Anche qui vale il principio che non si può avere tutto. Le tende più leggere sono anche le più scomode da montare e le più instabili in caso di forte vento e piogge. I sacchi a pelo più caldi saranno più pesanti. Il materassino più comodo sarà ingombrante e pesante. Chiaramente molto dipende dal portafoglio e dal possibilità di carico dello zaino, dalla durata del trekking alla stagione in cui si affronta.

Molti fattori sono prettamente soggettivi, ma la riuscita di un trekking dipende dalla fase di pianificazione, dall’attrezzatura e il carico dello zaino. Ritrovarsi a girovagare per tre giorni con uno zaino pesante come una lavatrice sotto la pioggia, e un materassino da yoga per la notte, potrebbe farvi ricredere sul campeggio in natura.